la tecnica dello Shift

la tecnica dello Shift

9 giugno 2018


La tecnica dello Shift: difficile quanto importante
Nel post precedente abbiamo parlato dello stick, volutamente tralasciandone la forma perché argomento di questo post. Se usiamo il materiale in abbondanza, tagliando la parte che supera la lunghezza desiderata solo a lavoro completato, otteniamo come risultato delle treccine con uno spessore nel tratto finale identico a quello iniziale: in pratica delle cordicelle fatte di estensioni. Questo è innaturale, e comporta una serie di difetti: dobbiamo ricorrere allo shift.
Lo shift permette di realizzare treccine dalla forma naturale: affusolate, sottili alle estremità e che non si sfaldano
Con questa tecnica il materiale viene tagliato nella giusta misura prima dell'esecuzione, e l'artista lavora la ciocca sfaldandola più volte in modo che assuma la forma di un fuso prima di piegarla in due, dividerla ed iniziare ad intrecciare. Questa operazione si effettua facendo scivolare sulle proprie dita, con le braccia aperte e aiutandosi con il petto, il poco materiale prelevato prima della realizzazione di ogni treccina.
In questo modo la forma della treccina ad acconciatura finita assomiglierà ad un cono. Man mano che si lavora il materiale l'intreccio dovrà farsi molto più stretto, perché le treccine divengono più sottili.
Il risultato è però esteticamente di molto superiore, l'acconciatura più leggera da portare, le punte restano naturali e non si sfaldano. Insomma tutta un'altra storia.
Ma tagliare nella giusta misura ogni singola ciocca, in modo che al termine tutte le lunghezze si mescolino armoniosamente, non è cosa da tutti. La ciocca dovrà avere una lunghezza adatta al lavoro che stiamo facendo, va quindi deciso bene prima quanto sarà lunga la treccina che stiamo per fare. Questo dipende non solo dalla lunghezza desiderata del lavoro finito, ma anche dalla posizione in cui andremo ad innestarla.
Ancora una volta la morale è: assicurati di affidarti a che ha l'esperienza necessaria per realizzare un lavoro ineccepibile.
Difetti delle treccine non realizzate con lo shift
Il materiale artificiale che si utilizza ha una lunghezza complessiva che va da 120 fino a 180 cm ed oltre (a seconda dei tipi) e quindi anche piegato in due resta più che sufficiente per "coprire" qualsiasi richiesta di lunghezza.
Ma questo modo di procedere ha molte controindicazioni:
Scuola di treccine, il voto
Partiamo da un voto di 10 e poi:
...naturalmente se il voto risultante è negativo "arrotonda" a zero!
Vai al prossimo articolo, l'Hairdress, oppure torna all'indice della mia scuola!


Contatta Joy se vuoi scrivere un articolo o usare del materiale.